Ieri sera a Gioia Tauro si è consumata una tragedia: Massimo Lo Prete, 50enne, è stato ucciso da un’arma da fuoco, presumibilmente una pistola, in un distributore di carburante lungo la statale 18. La vittima, già nota alle forze dell’ordine per reati legati allo spaccio di stupefacenti, era alla guida della sua auto Fiat Panda.

I carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro sono subito intervenuti per la ricostruzione della dinamica del delitto e stanno ora analizzando le immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti nella zona e all’interno del distributore.

L’omicidio arriva in un momento delicato per la città di Gioia Tauro, in cui si attende ancora il decreto che porterà alla fine delle trattative con i sindacati sullo sciopero dei benzinai. Martedì 17 gennaio si terrà un nuovo incontro con il governo mentre ieri si è tenuta l’udienza per la prima volta in aula della contessa Maja Maranow, mamma di Nicolò Rizzuto Jr., il figlio di don Nicolò Rizzuto, padre fondatore della famiglia mafiosa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *